esibizioni

PINA BAUSCH: La danza dell’anima”

Frascati
14 aprile – 13 maggio 2007

 

ALLE SCUDERIE ALDOBRANDINI DEL COMUNE DI FRASCATI
Comunicato stampa

PINA BAUSCH: LA DANZA DELL’ANIMA

Le foto di Francesco Carbone e di Ulli Weiss e un video celebrano in uno spettacolare allestimentola grande artista tedesca, massima esponente del teatro-danza

 Frascati, giovedì 29 marzo 2007

Il teatro totale di Pina Bausch, una delle coreografe e registe più importanti e rivoluzionarie della fine del ‘900, viene celebrato in una mostra che presenta un video e le suggestive immagini di due grandi fotografi, Francesco Carbone e Ulli Weiss.

Pina Bausch: la danza dell’anima, ospitata dal 14 aprile al 13 maggio nelle prestigiose Scuderie Aldobrandini del Comune di Frascati su iniziativa del Sindaco Francesco Paolo Posa e dell’Assessore Stefano Di Tommaso, è curata da Pier Giorgio Carizzoni.

Un’esposizione, promossa dall’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Frascati con il patrocinio degli Assessorati alla Cultura di Regione Lazio e Provincia di Roma, e organizzata dall’Associazione Culturale Dioniso, che si propone di raccontare, in forma divulgativa e rigorosa con il supporto di documenti visivi rari e di forte impatto emotivo, il ricco lascito di esperienze, idee, insegnamenti che Pina Bausch (Solingen, 1940) ha seminato nel corso della sua prodigiosa carriera.

La mostra si avvale dell’occhio privilegiato di due grandi fotografi, l’italiano Francesco Carbone e la tedesca Ulli Weiss, che hanno seguito con costanza l’evoluzione coreografica ed estetica di Pina Bausch sin dagli esordi degli anni Settanta. Interessante anche il video “Coffee with Pina”, seducente montaggio di sequenze tratte dalla performance “Agua”, in uno spettacolare allestimento esaltato dai suggestivi spazi delle Scuderie Aldobrandini.

«Dopo gli omaggi resi ad Anna Magnani, Tino Buazzelli,  Tazio Secchiaroli e Bernardo Bertolucci, una nuova, importante mostra alle Scuderie Aldobrandini, per celebrare una grande personalità dello spettacolo, vera icona della danza internazionale – afferma l’ Assessore Stefano Di Tommaso -. Lo spazio museale del Comune di Frascati con questa esposizione dedicata a Pina Bausch, onirica interprete di Fellini, conferma il ruolo assunto in questi anni nel panorama nazionale».

Pina Bausch si è inserita nella storia del teatro della seconda metà del Novecento qualificando il proprio approccio alla danza come una vera e propria lezione di stile. Il teatro-danza (Tanztheater) da lei ideato a Wuppertal nel 1973 si è consacrato nel corso degli anni come un modello di estetica teatrale contemporanea, caratterizzato dall’ inserimento nelle coreografie di elementi di “non-danza”, che ricreano un inconsueto realismo teatrale.
I servizi museali sono a cura di Zètema Progetto Cultura

 Mostra Pina Bausch: la danza dell’anima
Inaugurazione  sabato 14 aprile 2007 ore 18.30

Quando: 14 aprile – 13 maggio 2007
Dove: Scuderie Aldobrandini del Comune di Frascati  – Piazza Marconi
Orari: dal lunedì al venerdì 10.00-18.00 sabato e festivi: 10.00- 19.00
Organizzazione: Associazione Culturale Dioniso
Allestimento: Fiorenza Manfrin, Gianluca Binello e Paola Conzatti
Grafica: Walter Meregalli
Servizi museali: Zètema Progetto Cultura
A cura di Pier Giorgio Carizzoni
Info tel. 06-9417195
Biglietti intero euro 5.50; ridotto euro 3.00

www.scuderiealdobrandini.it

Frascati
14 aprile – 13 maggio 2007

ANSA – Roma, 13 aprile

”Pina Bausch: la danza dell’anima”
(Pina Bausch: the dance of the soul) is the title of a photography exhibition devoted to this celebrated German dance-theatre artist which will be

inaugurated at the City of Frascati’s Scuderie Aldobrandini on Saturday

April 14. The shots were taken by Francesco Carbone and Ulli Weiss, who have constantly followed the choreographic and aesthetic development of Pina Bausch since her debut performances in the 1970s. There are 34 large photos immortalizing her shows set out at the beautiful Scuderie

Aldobrandini: Cafe’ Muller, Kontakthof, Blaubart, Bandoneon, O Dido, Nelken, Walzer, Arien, Palermo Palermo, Two cigarettes in the Dark, 1980, Der Festerputzer, Le Sacre du Printemps, Ahnen, Ein Trauerspiel.

The ”Coffee with Pina” video of sequences from her performance of ”Agua” is also very interesting. Pina Bausch made her mark on the history of the theatre in the second half of the 20th century. Her approach is considered a lesson in style. The ‘Tanztheater’ she created

at Wuppertal in 1973 consolidated over the years as a model of contemporary theatre aesthetics, characterized by the introduction of ‘non-dance’ elements into choreography to generate an unusual form of theatrical realism. The exhibition will be inaugurated at 6.30pm and

From Pina Bausch:
“Per la città di Frascati sento un grande legame con l’Italia, il Paese in cui ho fatto tante esperienze uniche e meravigliose, e molte, strette amicizie sono nate nel corso delle nostre tante tournées. E dunque è per me una grande gioia il fatto che allestiate una mostra delle fotografie dai miei spettacoli nel vostro bello spazio museale delle Scuderie Aldobrandini restaurate. Sono felice che in questo modo un pezzetto di noi possa essere vostro ospite a Frascati
Cordialmente Pina Bausch ”

 

Back